Mercato serale, buona la prima!

Dal 13 luglio via Volturno ha riaperto al mercato serale dopo l’emergenza Covid-19. Una terza edizione diversa da quelle precedenti, ma portata avanti con l’entusiasmo di sempre. Come quello che traspare dalle parole di Nico Rio, presidente di Mercà, l’associazione che aduna tutti gli ambulanti di Battipaglia: «È il primo mercato serale che svolgiamo dopo l’emergenza Coronavirus, e nonostante sia la terza edizione, questa volta c’è un po’ di emozione, quella delle prime volte. È andata molto bene, nonostante non ci sia stato il sold-out delle precedenti edizioni. Ma siamo contenti così, le vendite sono comunque più alte rispetto a quelle della mattina».
Un evento che i battipagliesi attendevano da settimane, come testimoniano i tanti messaggi sui social per chiedere conferma delle date dei diversi appuntamenti. Il successo, invece, è tradotto nelle duplici opportunità che offre il mercato serale: un evento particolare che permette ai clienti, che in mattinata sono impegnati al lavoro, di poter fare compere – o anche una semplice passeggiata – dopo l’orario d’ufficio. Dall’altra parte la possibilità per gli operatori del commercio su strada di allargare il proprio bacino d’utenza. Mercato serale, in più, significa anche diversificare il format commerciale – come spiega Rio –, un modo pratico per l’ambulante di poter lavorare non più sotto il sole scottante di una mattinata estiva. Sempre Rio, infine rimarca e promette: «Una peculiarità del mercato è l’offerta commerciale vantaggiosa. Noi ambulanti garantiamo prezzi calmierati e ragionevoli ai cittadini. È esattamente questo il motivo per cui ogni giorno veniamo scelti da tanti battipagliesi».
Ma le novità non finiscono qui. Per rendere ancora più frequentate e accessibili le serate al mercato, è stato discusso nel corso di un tavolo tecnico al comune di Battipaglia – alla presenza dell’assessore al commercio Elia Frusciante – la possibilità di organizzare dei mercati itineranti: saranno Belvedere e Aversana le “piazze di prova” nei giorni 29 e 31 luglio. Durante queste serate il numero dei banchi di vendita sarà limitato a meno di 30, misti tra alimentari e non. Assicurato l’intrattenimento anche per i più piccoli, con musica e giostre, sempre nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.
Il commercio su strada, pertanto, è ripartito. Nonostante l’assenza dei concerti live e dei food-truck, la risposta dei battipagliesi è stata convincente. Un segnale positivo per l’intero settore che, da decenni, rappresenta un fondamentale anello del tessuto sociale del rione Sant’Anna.

Francesco Celetta

25 luglio 2020 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittergoogle_plusmail