Banca Campania Centro, Petrone rieletto presidente

Curiosità, creatività e comunicazione. Queste le tre parole d’ordine che hanno caratterizzato la 105esima assemblea ordinaria dei soci di Banca Campania Centro, tenutasi nella sala del teatro sociale Aldo Giuffré di Battipaglia, domenica 12 maggio.
Tre concetti importanti che il presidente Silvio Petrone, riconfermato all’unanimità dall’assemblea per il prossimo triennio, ha ribadito fortemente, perché necessari per rispondere al meglio alla sfida del cambiamento posta sia dalla riforma del credito cooperativo, che dall’intero sistema bancario. 
La relazione annuale presentata ai soci ha evidenziato un positivo operato della Banca, che ha chiuso l’anno 2018 con un utile netto di circa 1,5 milioni di euro, e sono stati ribaditi gli obiettivi a cui puntare, all’indomani della firma del contratto di coesione con la capogruppo ICCREA. 
Dopo l’approvazione del bilancio, avvenuta all’unanimità, i soci sono stati chiamati ad eleggere anche il nuovo Cda, questa volta costituito, per disposizione di Banca D’Italia, da nove membri: il presidente e otto consiglieri. Sono stati eletti, oltre al presidente Silvio Petrone, i consiglieri Antonio Avallone, Pierpaolo Barone, Giuseppe Caputo, Camillo Catarozzo, Carlo Crudele, Matteo D’Angelo, Federico Del Grosso, Rossella Montoro.
In assemblea è stata anche annunciata la decisione di bandire una nuova selezione per cinque posti di lavoro per giovani laureati, soci o figli di soci di Banca Campania Centro. «Il progetto non a caso si chiama Talentia – ha annunciato il presidente Petrone – cerchiamo talenti da inserire nella nostra struttura. Vogliamo anche in questo caso essere d’esempio per evitare che i nostri giovani siano costretti a partire per affermarsi».

Stefania Capone

Nella foto: il presidente della BCC, Silvio Petrone. (Foto di A. Checchia)

18 maggio 2019 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittergoogle_plusmail