Un flash mob contro il bullismo | di Elisa Sarluca

Erano 500 gli alunni dell’Istituto Alfonso Gatto che, mercoledì 6 febbraio, sono scesi in piazza per manifestare contro bullismo e il cyber bullismo. Il corteo ha percorso le strade della città fino a fermarsi davanti al municipio, dove i ragazzi si sono esibiti in un flash mob.
La responsabile del progetto è la professoressa Travaglione che, dal palco allestito in piazza Aldo Moro, ha dichiarato: «Nel celebrare la giornata nazionale contro il bullismo, abbiamo voluto interrompere le attività didattiche per scendere in piazza e manifestare contro ogni forma di aggressività, fisica e psicologica. La vita di ogni individuo va rispettata e valorizzata, non denigrata e calpestata fino a tragiche conseguenze. Ogni studente ha un nastro azzurro per ricordare le vittime della violenza sui social. Questo progetto è nato per educare i ragazzi al rispetto degli altri e per promuovere un utilizzo correto e consapevole della rete, mezzo di comunicazione divenuto essenziale soprattutto per le nuove generazioni». Un messaggio forte, chiaro, condivisibile.

Elisa Sarluca

15 febbraio 2019 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittermail