PB63, le buone notizie arrivano dalla serie B | di Carmine Lione

Nel più imprevisto annus horribilis del basket femminile battipagliese, a risollevare le sorti del sodalizio biancoarancio caro al patron Giancarlo Rossini ci sta pensando la rappresentativa targata Ortopedia Medical Tech, al comando del raggruppamento F del campionato rosa di serie B. Se le notizie relative alla prima squadra, infatti, sono pessime, situazione diametralmente opposta si va delineando in seno all’altra rappresentativa targata PB63.
Nel campionato cadetto le ambizioni di promozione in A2 – sfuggita lo scorso anno proprio all’ultima curva – sono più che concrete, viste le prestazioni delle giovanissime ragazze guidate dal tecnico Federica Di Pace, in una stagione che sta regalando successi importanti sul parquet e una rilevante crescita delle giovani a disposizione, brave a ritagliarsi un ruolo significativo anche in serie A.
Un torneo, quello cadetto, dal tasso tecnico-tattico quanto mai rilevante in cui, all’esperienza dei team maggiormente accreditati al salto di categoria, Battipaglia risponde con l’amalgama da parte di un gruppo divenuto squadra settimana dopo settimana, e reduce da una vera e propria impresa nell’ultimo match disputato prima della sosta forzata.
L’incredibile affermazione dello scorso 22 febbraio al cospetto dell’Olimpia Capri (vera e propria corazzata del campionato) ha consentito alle bianco-arancio non solo di riprendersi la vetta del girone, in coabitazione con la stessa compagine isolana, ma al contempo di ribaltare lo scarto di otto punti del match di andata, visto il 67-57 finale che garantisce l’accesso diretto alla semifinale playoff, senza la necessità di dover passare dalle forche caudine del primo turno eliminatorio.
In attesa dell’ultima sfida sul parquet di Taranto, coach Di Pace si gode il momento magico e racconta così l’impresa del Palazauli: «Con Capri siamo state un po’ altalenanti, altrimenti lo scarto finale sarebbe stato persino più ampio, al termine di un match che siamo state brave a far nostro malgrado il tour de force cui sono sottoposte tante ragazze. Siamo soddisfatte di aver raggiunto il primo, vero obiettivo stagionale: l’accesso ai playoff. Esserci riuscite senza la necessità di dover passare dal turno eliminatorio è un elemento ancor più positivo, visti i tanti impegni ufficiali con cui siamo chiamate a fare i conti in questa stagione. Alla ripresa, è evidente che la sfida con Taranto avrà un peso specifico rilevante, dal momento che una vittoria ufficializzerebbe il primato del girone al termine della stagione regolare. Ci attendono ancora tante sfide fondamentali, il campionato entra nella sua fase più calda e il nostro obiettivo è quello di farci trovare pronte».

Carmine Lione

7 marzo 2020 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittermail