La Battipagliese rallenta

[di Carmine Lione]

Battuta d’arresto della Battipagliese nella marcia verso la vetta della classifica del campionato di Eccellenza. I ragazzi di mister Pietropinto, chiamati a due veri e propri esami di maturità per verificare la consistenza tecnica ed emotiva del gruppo, hanno prima alzato bandiera bianca nel  derby andato in scena allo stadio Guariglia di Agropoli, per poi far registrare un pareggio  deludente nel match casalingo contro un non irresistibile Faiano.

Procedendo per ordine, la sfida in terra agropolese è stata decisa da una rete di Giura, a inizio ripresa, dopo che nella prima frazione di gioco i bianconeri avevano tenuto molto bene il campo, dimostrando di poter competere contro un avversario maggiormente quotato.

La settimana di lavoro successiva, conclusa con la sfida del Pastena contro il Faiano, appariva ai più come un’occasione ghiotta per rifarsi di un ko francamente immeritato; invece, pronti via, gli ospiti sono stati capaci di mettere la freccia e realizzare due reti in appena seicento secondi, firmate da Merola prima e Liberto poco dopo.

La squadra ha faticato a ritrovare il bandolo della matassa ma, poco prima dell’intervallo, è arrivato il goal di Guerrera che ha accorciato le distanze e permesso alle “zebrette” di tornare in partita. Il secondo tempo ha visto una Battipagliese con più mordente, ancora in difficoltà per quanto concerne l’aspetto tecnico-tattico, ma almeno in grado di mettere in mostra un agonismo tale da consentire a Mazzei di trovare il pareggio definitivo al minuto sessantasette.

Un punto in due partite, un bilancio interlocutorio, considerato che perdere ad Agropoli poteva essere messo in preventivo, ma ciò che non è andata giù è stata la scialba prestazione casalinga di domenica.

La squadra deve crescere in termini di consapevolezza dei propri mezzi e continuità nel corso dei novanta minuti, evitando pericolosi passaggi a vuoto che finiscono inevitabilmente col fare male.

Da questo punto di vista, è evidente che mister Pietropinto dovrà continuare per migliorare diversi aspetti del gioco, ritrovando in primis quella solidità difensiva che, nelle ultime due partite, è mancata e non poco. Il calendario, intanto, non fa sconti ai bianconeri, impegnati nelle prossime due partite con Audax Cervinara e Palmese. Bisognerà farsi trovare pronti e sbagliare il meno possibile.

9 novembre 2018 – © riproduzione riservata
Please follow and like us:
Facebooktwittermail
Follow by Email