Università di Salerno, meritocrazia applicata di Benedetta Gambale


In questi giorni l’Università degli studi di Salerno ha reso noto l’elenco dei beneficiari della politica del merito, tesa ad erogare un contributo pari alle tasse pagate durante l’anno. Un premio che spetta ai più meritevoli, a coloro che sono in corso d’anno accademico avendo concluso tutti gli esami in tempo. Stiamo parlando di Unisa Premia il Merito. In questa seconda edizione sono stati 2.905 gli studenti premiati con il rimborso delle tasse universitarie. Per loro  è stata organizzata una cerimonia durante la quale hanno potuto fotografare e toccare con mano la maxi riproduzione dell’assegno di 2.184.861,27 euro, destinato a questi ragazzi che continuano a impegnarsi quotidianamente sperando di raggiungere presto il tanto atteso giorno della laurea. Una politica del merito che ha avuto effetti positivi: si è constatato, infatti, un considerevole incremento della percentuale degli studenti in regola con gli esami. Oltre a questo vantaggio, ogni anno, a sostegno di tutti gli studenti e delle loro famiglie, l’Università di Salerno mette a disposizione borse di studio ed altre agevolazioni.
Ma prima di concedersi dei giorni di vacanza nella settimana di ferragosto, l’intero Ateneo continua a lavorare in nome degli studenti. Prosegue il Servizio Placement di Unisa, nell’ambito delle attività di orientamento in uscita. L’obiettivo è quello di stabilire degli accordi con grandi realtà aziendali locali e prestigiose istituzioni al fine di permettere tirocini curricolari e fornire una concreta formazione sul campo.

27 luglio 2018 – © riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail