Una vita per il volley

CavacciniPotrebbe essere così riassunto il pensiero di Domenico Cavaccini, battipagliese doc nonché libero della Monini Spoleto Volley, collettivo di pallavolo che recentemente ha ottenuto la qualificazione per disputare in A2 il prossimo campionato dopo una lunga assenza durata otto anni. «Quando l’anno scorso sono arrivato in questa squadra blasonata – ha affermato lo sportivo – ero conscio di quale fosse l’obiettivo, quella promozione a lungo mancata ma che oggi, dopo mesi di lavoro costante, è finalmente divenuta realtà. Non è facile rimanere concentrati quando il punto di arrivo sembra essere qualcosa di distante, ma il senso del dovere ed il sacrificio della squadra sono stati il plus per non mollare mai». Parole da leader, da vero e proprio libero, un ruolo che, come sottolineato proprio dallo stesso Domenico, va interpretato: una sorta di metronomo della seconda linea incaricato di difendere il risultato dagli attacchi avversari.
E quando gli si chiede di dare un consiglio ai giovani, il campione non si tira indietro: «Ragazzi, qualsiasi cosa facciate, non mollate mai: non pentitevi quando rinunciate a qualche gita o a qualche serata in discoteca, certe soddisfazioni ripagano gli immani sforzi e ti spingono a continuare. Credeteci fino in fondo e non vi risparmiate perché alla base di ogni successo c’è la ferrea volontà di raggiungerlo».

Facebooktwittermail