Una corsa contro le mafie di Carmine Sica


Il cammino e l’impegno contro le mafie di don Luigi Ciotti incrocia ancora una volta Battipaglia. Libera la Natura è un appuntamento annuale nazionale che l’associazione Libera organizza sin dal 2010. Sensibilizzare gli studenti di tutta Italia sul rapporto tra sport, natura e legalità per diffondere una cultura di sport sano, che sia veicolo di valori quali l’assunzione di responsabilità, il rispetto dell’altro, delle regole e del proprio corpo, per prevenire e contribuire a combattere l’illegalità sempre più presente anche nel mondo dello sport. Questi gli obiettivi della giornata che, a partire dallo scorso, si tiene in collaborazione con il Comando Unità Tutela Forestale Ambientale Agroalimentare dell’arma dei Carabinieri.
La tre giorni su questi temi vedrà coinvolti gli studenti di istituti didattici superiori di Salerno e Battipaglia e si concluderà con la tradizionale corsa attorno ad un bene confiscato. Dalla prima edizione più di duemila studenti hanno corso non su una pista qualsiasi, ma su campi, strade e attorno a luoghi che erano stati sottratti dalle mafie, con il sopruso e la violenza, all’Italia degli onesti. Per Libera riveste un significato particolare il fatto che gli eventi sportivi realizzati sui beni liberati dalle mafie e dalla prepotenza criminale e restituiti alla collettività contribuiscano a far sperimentare dal vivo agli studenti il significato della legalità e del diritto di tutti i cittadini a vivere in un ambiente sano, pulito e bello.

Questi gli appuntamenti:
6 Novembre ore 9.30 – Incontro didattico con gli studenti dell’IISS “Santa Caterina – Amendola” di Salerno
7 Novembre ore 9.30 – Incontro didattico con gli studenti del Liceo Scientifico “Enrico Medi” di Battipaglia
8 Novembre ore 9.30 – “Di corsa sui beni confiscati” | Corsa a staffetta intorno al Caffè 21 marzo
via Generale Gonzaga, Battipaglia (SA).

4 novembre 2017 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail