Teatro, attesa per il Premio Agnifili

Giunge alla quattordicesima edizione il Premio teatrale Gianni Agnifili: dal 27 al 30 maggio, presso il Teatro Bertoni di Battipaglia, verrà celebrato con una rassegna organizzata dalla storica associazione battipagliese “Samarcanda Teatro”, che vedrà in cartellone i due ultimi lavori (“Regalo di Nozze” di Valerio Di Piramo il 27 maggio e “Vado per vedove” di Giuseppe Marotta il 28 e 29 maggio) e la serata conclusiva del Laboratorio Ragazzi (il 30 maggio).
Il Premio Gianni Agnifili è stato fortemente voluto dal fondatore di Samarcanda, Francesco D’Andrea, che con Gianni Agnifili e molti altri amici è stato il pioniere del teatro a Battipaglia fin dalla costituzione della “Compagnia dei Venti”, che così ricorda D’Andrea: «Eravamo giovanissimi e Gianni era il nostro punto di riferimento. Parliamo di anni come il 1968, famoso per le rivoluzioni studentesche ed operaie, e Gianni seppe indicarci una strada alternativa, un mezzo diverso, per contestare efficacemente in quel periodo: la cultura e, soprattutto, il teatro».
Il Premio è nato proprio all’indomani della sua prematura scomparsa e da allora, nonostante le enormi difficoltà economiche e burocratiche, il presidente Francesco D’Andrea e tutti i soci hanno fortemente voluto proseguire in questa iniziativa: «Siamo giunti alla XIV edizione – puntualizza con orgoglio Francesco D’Andrea – e assegniamo il Premio ogni anno ad un cittadino battipagliese distintosi, sia nella nostra città che fuori dal territorio, per le attività culturali e per le doti umane e professionali, come è accaduto fin qui con Pia Lanciotti, Ivano Schiavi, Gennaro Colangelo, Margherita Amato, Almerica Schiavo, e con il compianto Lorenzo Cicero. Il vincitore di quest’anno lo sveleremo nei giorni immediatamente precedenti la premiazione, ovviamente!».

19 maggio 2017 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail