Spes, non solo calcio di Chiara Feleppa

Giunge quest’anno alla terza edizione il concorso letterario sportivo “La mia Spes”, indetto dalla Scuola Calcio Spes di Battipaglia. Nato da un’idea di Carmine Tarantino, addetto stampa della Scuola Calcio, il concorso si è sviluppato con il supporto della dirigenza e del presidente Tonino Riccardi.
Scopo del concorso è quello che da tempo muove le attività extrasportive della Spes, legare due mondi solo apparentemente distanti, sport e cultura, creando un connubio che sia alla base delle sue attività.
«Dal 2015 i 13 gruppi della Spes sono stati impegnati nella realizzazione di scritti, poesie, disegni; quello che era nato come un piccolo sogno si è trasformato in una realtà consolidata ed un appuntamento imperdibile per allievi e famiglie – dice con orgoglio Carmine Tarantino – Lo scorso anno i lavori che hanno partecipato al concorso letterario sono stati raccolti in un libro, la cui vendita ha permesso la creazione di due borse di studio destinate ai ragazzi. Battipaglia ha fame di cultura e di iniziative di questo tenore».
Il concorso 2017 è riservato a tutti gli atleti, suddivisi in categorie per fasce d’età. Gli allievi dai 9 ai 12 anni e dai 13 ai 17 anni potranno partecipare con un racconto breve; i più piccoli, dai 4 agli 8 anni, potranno presentare, in alternativa al racconto, un disegno.Tema degli elaborati: l’esperienza con compagni di squadra e mister. Il termine ultimo per la consegna è il prossimo 30 maggio, mentre la premiazione avrà luogo sabato 17 giugno.

19 maggio 2017 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail