Si cambia direzione di Paolo Vacca


Nuovi sensi unici, ripristino dei parcometri e una nuova rotatoria: in attesa del semaforo in via Mazzini, questi i primi interventi del Comune

Cambia la viabilità a Battipaglia. L’amministrazione comunale è intervenuta con una serie di lavori che hanno modificato i sensi di marcia in via Buozzi, via Gonzaga, via Solferino e via Cernaia. Per raggiungere via del Centenario, venendo dal corso principale, si dovrà usufruire di via Buozzi; a via Gonzaga, all’altezza dell’ex Inam, invece, è stata realizzata una rotatoria. Interventi che, a parer dell’amministrazione, renderanno più scorrevole il traffico veicolare.
L’ultimo grande cambiamento, in termini di viabilità, avvenne tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta, quando fu abolito il doppio senso in via Mazzini, all’inizio della quale, provenendo da via Paolo Baratta, fu posto un divieto d’accesso.
C’è voluto più del previsto per rendere effettive queste modifiche. Il 17 febbraio scorso, infatti, nel corso di una conferenza stampa, l’assessore all’area tecnica Giuseppe Provenza annunciò che, nel giro di cinquanta giorni, ci sarebbero stati importanti cambiamenti in città a proposito di viabilità, parcheggi, semaforo pedonale, seconda uscita autostradale e terminal bus. Cinque mesi più tardi, solamente su viabilità e parcometri si è intervenuti realmente.
E proprio il semaforo pedonale, secondo alcuni commercianti e cittadini, potrebbe districare definitivamente l’ingorgo di via Mazzini. «Con l’ufficio tecnico abbiamo messo in campo questi interventi che a nostro modo di vedere daranno dei miglioramenti importanti sul piano del traffico veicolare e della vivibilità cittadina», sostiene l’assessore Provenza. E aggiunge: «Li avevamo già annunciati e sono compresi nel pacchetto viabilità, a breve ampliato con ulteriori miglioramenti che abbiamo previsto lungo le principali arterie del centro cittadino». Il coordinatore di Forza Italia, poi, prosegue: «Gli interventi in tema di viabilità continuano: abbiamo avviato i lavori di rifacimento del manto stradale su via Serroni Alto, una delle strade più ammalorate della città. Appena verranno ultimati gli interventi in via Buozzi procederemo col semaforo pedonale. Abbiamo già effettuato diversi sopralluoghi per problemi di attacco all’energia elettrica. È questione di giorni».
Nel frattempo, l’associazione Civica Mente propone la pedonalizzazione di via Sica come segnale di rinascita del centro storico. Un’area ampia e illuminata, piena di locali grandi e piccoli con i tavoli che costeggino l’ingresso. E poi lo sfavillio delle vetrine, delle luci calde dei lampioni: è questa la proposta dei “civici”, da realizzare nel perimetro delle cosiddette Comprese, nucleo di case costruite dai Borboni nel 1859-60. I commercianti della zona sembrano convinti: sono state raccolte più di 150 firme per richiedere la pedonalizzazione dell’area. All’amministrazione l’ultima parola.

Foto di Marco Reggente

28 luglio 2017 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail