Quei battipagliesi di Francesco Bonito


Ci siamo tutti impegnati, anche questa volta, per consegnarvi un numero ricco di articoli interessanti, e in più vi facciamo un piccolo, spero gradito, regalo: quattro pagine extra con tutte le copertine di Nero su Bianco, dal 10 giugno 2005 ad oggi. Conservatele e, di tanto in tanto, andate a riguardarle: è la nostra sintesi di tredici anni di “storia” battipagliese, un promemoria utile a ricordare e a comprendere quello che è accaduto.
Nelle pagine di politica potrete leggere due belle interviste di Carmine Landi, il bilancio di due anni di governo Francese analizzato dai protagonisti della vita politica cittadina: la sindaca Cecilia Francese e il leader dell’opposizione Gerardo Motta. Entrambi non si sono risparmiati e li ringraziamo per la disponibilità e la franchezza con la quale hanno accettato di raccontarsi ai nostri lettori.
All’interno del giornale troverete tante notizie che descrivono una città viva, che organizza eventi di grande successo, con le associazioni che promuovono iniziative meritorie, con le scuole impegnate dentro e fuori dalle aule, con le squadre di calcio, volley e basket che primeggiano in competizioni regionali e nazionali. Insomma, lo specchio di una città meno depressa di quanto non si vorrebbe far credere, almeno quando i protagonisti delle cronache sono quei battipagliesi abituati a rimboccarsi le maniche, a sudare per conquistare ambiziosi obiettivi.
Oggi potevamo celebrare il traguardo dei trecento numeri, ma abbiamo deciso di ricordarlo in sordina, di pensare già al numero 301 e ai successivi, e agli altri progetti che abbiamo in cantiere. Un modo per ricordare a noi stessi di continuare a impegnarsi con umiltà, seguendo l’esempio di quei battipagliesi che nel silenzio danno un prezioso contributo a questa comunità.

Foto di Gerardo Nicolino

10 giugno 2018 – © riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail