Quattrocento vetrine di Francesco Bonito 


Vorrei ringraziare gli esercenti che hanno aderito alla piccola iniziativa del nostro giornale: sono già circa quattrocento le vetrine del centro cittadino che espongono l’adesivo Scegliamo Battipaglia. Ma non ci fermeremo al centro, andremo avanti verso la periferia, in modo che in tantissimi possano far parte di questo spontaneo e gentile network battipagliese. Ci auguriamo che l’invito sia accolto a partire dall’acquisto dei regali di Natale e che poi diventi una piacevole abitudine. La migliore risposta a questa scelta “autarchica” dei consumatori battipagliesi la dovranno dare proprio gli esercenti, offrendo qualità, cortesia e disponibilità.
Al rilancio turistico o alla rinascita industriale credono solo i candidati in campagna elettorale; l’agricoltura regge bene, ma da sola non può soddisfare la domanda occupazionale. Servizi, commercio e ristorazione ci sono: ma fino a quando? La prosperità o, in alcuni casi, la sopravvivenza di molte attività del terziario locale dipendono dalle nostre scelte. Gli esercenti devono fare la loro parte, il Comune la sua, ma i consumatori possono dare una grande mano.
Chi vende ha già scelto Battipaglia e anche a chi compra converrebbe farlo, perché in una città dove non si compra niente, presto o tardi non ci sarà più niente da comprare.

7 dicembre 2017 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail