Poliziotti in congedo, Di Meo presidente

Li vediamo nelle cerimonie pubbliche sempre in prima fila, a continuare idealmente il loro ruolo prezioso per la comunità, anche se non sono più in servizio. Sono i poliziotti in pensione, che a Battipaglia hanno da tempo costituito l’associazione Operatori di Polizia in Congedo. Proprio a dieci anni dalla fondazione dell’O.P.C. (questo l’acronimo dell’associazione), lo scorso 18 maggio i soci si sono riuniti per rinnovare il direttivo, nell’oratorio della chiesa Madonna del Carmine di Battipaglia. L’assemblea è stata presieduta dai soci onorari: il questore Dante Consiglio e il vicequestore Nicola Modarelli, entrambi in passato dirigenti del commissariato di polizia di Battipaglia.
Il presidente dell’associazione, l’ispettore superiore in congedo Giovanni Di Meo, nel suo intervento di apertura ha ricordato i soci fondatori Peppino Caroccia, Antonio Napolitano e Gaetano Bruno; nonché il cav. Michele Saccone, scomparso recentemente. Toccante anche il riferimento a chi si adoperò tanto senza riuscire ad assistere alla nascita dell’associazione, come Carlo Ricciardi, Ciccio Filosa, Orlando Bernardi. 
Di Meo ha ringraziato tutti coloro che hanno aiutato l’associazione in questi anni, citando i momenti salienti degli oltre 50 anni di presenza della Polizia di Stato a Battipaglia: come i moti popolari del 1969 e l’impegnativa e diuturna lotta alla criminalità organizzata.
Dopo altri interventi dei presenti, l’assemblea all’unanimità ha eletto il nuovo consiglio direttivo composto da: Ferdinando Papa, Mario Michele Varuzza, Giovanni Di Meo, Arturo Mirarchi, Nicola Savino (poliziotti in congedo) Pasquale Guarnaccia (soci simpatizzanti), e per i soci familiari Rosanna Bernardi. Sempre all’unanimità, sono stato confermati il presidente Giovanni Di Meo e, nel ruolo di segretario amministrativo, Vittorio Fina. Nuova “socia  simpatizzante” Aurora Tassoni.

Elisa Sarluca

31 maggio 2019 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittergoogle_plusmail