PB63, un problema in più

La serie A femminile è stata scossa dal ritiro a sorpresa della Dike Napoli, quarta forza del campionato e accreditata dai tecnici a poter dire la sua per la conquista dello scudetto. Vari problemi, finanziari e logistici, relativi questi ultimi alla disponibilità di un adeguato impianto per gli allenamenti e le gare, hanno costretto alla resa la società partenopea che pure aveva fatto ingenti investimenti per puntare in alto. Ultimo atto è stato, neanche a dirlo, la trasferta corsara al Palazauli, dove è riuscita a imporsi alle Ladies di coach Matassini. La rinuncia della Dike avrà importanti riflessi sulla lotta per non retrocedere. Infatti, se da un lato l’ultimo posto con retrocessione automatica andrà alla società di Napoli, dall’altro, per evitare la penultima posizione si riaccende la lotta e aumentano le speranze del Torino che, unica tra le squadre invischiate nelle retrovie, potrebbe avvantaggiarsi dalla prossima vittoria a tavolino per il ritiro della Dike, mentre le altre due, Empoli e Battipaglia, hanno già perso entrambe le gare disputate con le napoletane. Comunque la FIP non si è ancora pronunciata in merito e dunque non si sa ancora se saranno annullate tutte le gare disputate dalla Dike o se si manterranno i risultati acquisiti sul campo.
Venendo al basket giocato, la quarta giornata di ritorno non ha smosso la classifica della PB63 Treofan Givova, sconfitta sul campo di San Martino di Lupari per 80 a 66. Sempre priva della guardia Brown, ancora infortunata, la squadra di Rossini non è riuscita a ribaltare il pronostico che vedeva favorita la formazione di casa, abituata a occupare le zone alte della classifica. Buona prova di Mataloni, migliore realizzatrice delle biancoarancio con 12 punti. Da notare con piacere che tutte le giocatrici battipagliesi hanno segnato, rispettivamente: Del Pero 10, Handy 10, Simon 11, Trimboli 9, Scarpato 3, Sasso 1, De Rosa 2, El Habbab 6, Cremona 2. A questo punto la PB63 dovrà farsi trovare pronta nei prossimi match interni, tra cui lo scontro con la diretta concorrente Empoli, per conquistare quei punti che le servono per tirarsi definitivamente fuori dal fondo della classifica. 
Discorso diverso invece per la serie B maschile, che l’ultimo posto occupa e non ha alcuna speranza di lasciarlo, a causa delle note vicissitudini che hanno investito lo sponsor Treofan, con ripercussioni disastrose sul roster, non più competitivo per la categoria. L’ultima pesante sconfitta è stata a Reggio Calabria per 119 a 63 e decisamente non si può che rammaricarsi per la brutta piega che gli eventi hanno determinato rispetto alle aspettative di inizio stagione. Giusto però riportare anche i tabellini dei giocatori schierati dal coach Enzo Gibboni, tra i quali alcuni di appena sedici anni: Vietri 10, Cerzosimo, Dispinzeri n.e., Zaccaro 4, Melillo 14, Ronconi 22, Marone, Di Biase, Martino 13, Corvo. 

Valerio Bonito

1 febbraio 2019 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittergoogle_plusmail