PB63, pronti all’esordio di Valerio Bonito

Lavori in corso per la PB63 Treofan, sia per le Ladies di A1 che per i ragazzi della serie B, in vista dell’esordio nei rispettivi campionati, fissato per il 7 ottobre. Nel torneo cadetto impegno esterno a Palestrina, mentre le ragazze scenderanno sul parquet di Torino, nell’Open Day di A1, opposte alle campionesse d’Italia della Famila Schio. Entrambe, dunque, lontane dallo Zauli e impegnate in due partite sulla carta proibitive. Tuttavia, considerando gli obiettivi di una tranquilla salvezza ricercati dalla società nei due campionati, si può anche valutare questo esordio come un primo test di campionato senza l’assillo della vittoria e, quindi, da disputarsi in condizioni mentali favorevoli.
Il precampionato ha finora dato alcune indicazioni positive per il team guidato da coach Alberto Matassini, con vittorie ottenute in tranquillità nei confronti di varie squadre di A2, mentre alcune indicazioni meno favorevoli sono arrivate nelle sfide perse abbastanza nettamente con San Martino dei Lupari e Reyer Venezia, formazioni della massima serie. Appare comunque evidente che un percorso migliore di quello del tribolato anno precedente dipenderà molto dal trio di nuove straniere, dalla bontà delle scelte operate e da come loro riusciranno a collaborare tra loro e con le altre giovanissime componenti della rosa, cui il contributo di esperienza e determinazione delle più blasonate compagne non potrà che far bene.
Più travagliata invece la preparazione della Treofan maschile, affidata all’inizio della stagione al tecnico Ciro Cardinale che però, inopinatamente, ha svolto il suo ruolo per poche settimane dopodiché la guida tecnica è stata affidata all’aiuto allenatore Daniele Serrelli. Sembrerebbe che la rottura tra la società e il tecnico napoletano sia dipesa da divergenze relative alle scelte dei giocatori da acquistare per completare il roster, ma a oggi le due parti non hanno fatto dichiarazioni in proposito, come niente di ufficiale si sa sul coach cui alla fine sarà affidata la conduzione della squadra, mentre si rincorrono le voci di contatti con vari allenatori tra cui Porfidia e Scotto.
Se ovviamente quest’incertezza sullo staff tecnico non favorisce di certo il lavoro di avvicinamento all’esordio in campionato, ugualmente le prime uscite hanno mostrato una compagine che potrà giocarsi le sue carte per ben figurare in serie B. Mentre sul parquet si suda e lavora duramente, anche dietro le scrivanie la dirigenza non sta a guardare e spinge con varie iniziative la campagna abbonamenti, sperando in una buona adesione dei tifosi battipagliesi; un aiuto concreto agli sforzi fatti dalla società che, giova sempre ricordare, è una delle poche in Italia a poter schierare due compagini competitive in due diversi campionati nazionali.

Nella foto: il coach della PB63 Alberto Matassini

28 settembre 2018 – © riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail