PB63, bilancio amaro


Non manca molto alla fine dei gironi di andata nei due campionati senior disputati dalla PB63: per la A1 femminile manca una sola gara e ancora tre per la B maschile. È dunque possibile stilare un bilancio, ancorché provvisorio, dell’andamento delle due formazioni al giro di boa. Partiamo dal basso, è proprio il caso di dire, con la squadra militante nel campionato cadetto che occupa dall’inizio l’ultimo posto in classifica, senza vittorie, e anche nell’ultimo match disputato contro la prima della classe, la Decò Caserta, non è riuscita ad andare oltre una “dignitosa” sconfitta con il punteggio di 83 a 56 per gli ospiti. Come se non bastasse, in settimana si sono avute, a sorpresa, le dimissioni del coach Daniele Serrelli e del dirigente accompagnatore Antonio Serrelli, con una conferenza stampa tenuta dal presidente del c.d.a. della PB63, Valerio Visconti, per informare media e tifosi sulle ultime vicissitudini del club. Si è appreso, così, che il main sponsor Treofan (azienda con stabilimento di Battipaglia interessato dal rischio delocalizzazione) non ha dato assicurazioni circa il suo contributo economico, per cui la società sportiva di fronte all’incertezza del finanziamento ha ritenuto di lasciare liberi i giocatori più rappresentativi, ma anche più onerosi. Si spiegano così le partenze di Gambarota, Locci e Murolo, con le conseguenti difficoltà sul campo di gioco.

Visconti ha spiegato, inoltre, che sono state inaspettate le dimissioni del coach e del dirigente, che godevano della fiducia piena della società, attribuendo quelle del tecnico a una probabile eccessiva pressione non saputa gestire, stante la giovane età e la prima esperienza come capo allenatore in B. Immediata e puntuale la risposta di Daniele Serrelli, via “social”, che ha tenuto a precisare la sua confermata gratitudine alla PB63 per le opportunità e il cammino condiviso in tanti anni, ma anche che, suo malgrado, non ha ritenuto ci fossero più le condizioni per “proseguire un percorso esclusivamente tecnico e meritocratico”. A completare il quadro di novità intervenute nelle ultime ore, nella conferenza stampa si è appreso che il nuovo capo allenatore sarà Enzo Gibboni, coadiuvato dal confermato Nicola Amato e dal nuovo vice Carlo Di Donato; infine, sono state comunicate le dimissioni dello stesso Valerio Visconti.

In definitiva, non sembrano esserci le condizioni perché la squadra migliori le sue attuali prestazioni che la vedono fanalino di coda. C’è anche da augurarsi che le onde anomale abbattutasi sul già fragile vascello di B1 non arrivino anche dalle parti del veliero di A1, facendole perdere quella rotta che, al momento, sembra seguire le coordinate impostate dal comandante.

Per le Ladies, infatti, si può parlare del classico bicchiere riempito a metà: mezzo pieno se pensiamo alla difficoltà di assemblare un roster praticamente nuovo per 10/12, dall’età media giovanissima e dal potenziale tutto da scoprire. Le due vittorie conseguite fino alla penultima giornata del girone di andata possono anche ritenersi adeguate, soprattutto pensando a qualche partita persa con il minimo scarto (a Vigarano e ad Empoli) che altrimenti avrebbero raddoppiato il bottino di vittorie. Mezzo vuoto, se osserviamo alcune statistiche che raccontano di una PB63 penultima nella produzione offensiva, ma anche con un media di punti subìti che supera i 72, dato quest’ultimo che allarma anche di più chi valuta molto l’importanza della difesa nei successi di una squadra di basket. In quel bicchiere, di cui si diceva, un bel po’ d’acqua potrebbe entrare già sabato 22 dicembre, in caso di vittoria al Palazauli con la quotata Virtus Ragusa.

Nella foto: il coach dimissionario Daniele Serrelli, foto di Scolpini

21 dicembre 2018 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail