Una giornata particolare (di Rossella Speranza)

8marzoDeAmicisDa più di novant’anni, l’8 marzo ricorre la Giornata internazionale della donna, una data in cui ricordare sia le conquiste sociali del gentil sesso che, purtroppo, le violenze e le discriminazioni a cui ancora troppo spesso siamo costretti ad assistere. Anche Battipaglia, in questa domenica, si è colorata di giallo, come le mimose, fiore simbolo di questa festa. Varie le iniziative proposte: ci sono stati bar che hanno offerto un caffè a tutte le signore che si sono fermate per la colazione, negozi con sconti sulle collezioni femminili, omaggi floreali e piccoli gadget regalati nei locali in cui sono state organizzate serate a tema.

Al teatro Bertoni, l’associazione Temistocle Marzano ha  presentato Tu si a ‘cchiù bella cosa…, rassegna delle canzoni di Napoli, dedicato a tutte le donne.

Nella  scuola Edmondo De Amicis è stata allestita la mostra fotografica Donne in obiettivo (nella foto). Attraverso i loro scatti, i fotografi Emilia Apostolico, Antonia Checchia, Francesco Iannotti, Massimiliano Marino e Luca Perillo, hanno cercato di cogliere la femminilità, la naturalezza e la forza negli occhi delle donne impegnate nel mondo del lavoro, e la bontà nascosta negli sguardi segnati dal tempo.

L’associazione Mulieres , invece, ha organizzato  L’albero delle Donne;  un evento  che ha permesso di arricchire la villa comunale di via Domodossola piantando un albero d’ulivo e due rose, una in onore di Oriana Fallaci (prima giornalista di frontiera) e l’altra dedicata a Malala Yousafzai (attivista pakistana e la più giovane vincitrice del Premio Nobel per la Pace), per ricordare che molto spesso la pace si tinge di rosa. Ai piedi dell’albero, poi, è stata apposta una targa che recita “Agli uomini e alle donne del mondo, affinchè costruiscano la civiltà dell’amore”.

Non lontano dal centro cittadino, al Cilento Outlet Village, un’altra importante iniziativa è stata promossa per spronare le donne a volersi bene di più: gli specialisti dell’ALTS (Associazione per la Lotta ai Tumori al Seno) hanno effettuato, per tutta la giornata di domenica, visite senologiche gratuite a tutte le clienti del centro commerciale, spiegando che prevenire è un gesto d’amore verso se stesse.

C’è chi ha aspettato questa data per concedersi un po’ di divertimento, spesso futile e in contrapposizione al messaggio che la festa vuol portare; e chi ha voluto ricordare le lotte e le battaglie quotidiane che l’esser donna comporta, sottolineando che, con la dolcezza e l’energia che racchiude,  nonostante le imperfezioni, il rosa è il più bel messaggio d’amore dedicato agli uomini.

13 marzo 2015 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittermail