Operazione decoro (di Francesco Bonito)

Finalmente! Un plauso all’amministrazione comunale che mostra la volontà di affrontare con decisione il problema della salvaguardia del decoro urbano. Da queste colonne in più occasioni abbiamo denunciato la vergognosa situazione di degrado urbano e abbiamo invitato gli organi competenti ad intervenire. Era il lontano maggio 2008, sindaco Gennaro Barlotti, quando in un editoriale intitolato L’ultimo assessore suggerivo al primo cittadino di nominare un assessore al decoro cittadino, una provocazione – ma anche una proposta seria – che non fu raccolta da Barlotti, all’epoca troppo preso a fronteggiare le insidie della politica battipagliese. Adesso, con ritardo ma pur sempre in tempo, si è compreso che la tutela del decoro urbano è il prerequisito per una vivibilità accettabile. La consapevolezza è un buon inizio, così come la richiesta di collaborazione indirizzata ai cittadini; infatti siamo proprio noi che, segnalando al Comune telematicamente le situazioni di degrado e gli atti di vandalismo, possiamo contribuire a presidiare e tutelare la città. Come? Non scenderò nei dettagli, sui muri di Battipaglia ci sono decine di manifesti che pubblicizzano l’operazione Decoro Urbano, spiegano come funziona e a cosa serve: leggeteli e capirete. Perciò ci rallegriamo e ci complimentiamo con i nostri delegati. Come d’abitudine, vigileremo e valuteremo se si tratta di un’azione efficace volta a combattere un deprecabile fenomeno o solo di un annuncio propagandistico. Per ora ci viene da pensare che sarebbe bastato il numero di telefono di un ufficio a cui indirizzare le segnalazioni e il risultato sarebbe stato lo stesso. Ma in politica le scelte semplici ed economiche non pagano. Speriamo che alle denunce seguiranno gli interventi, le soluzioni dei problemi. A cominciare da quelli che periodicamente segnaliamo noi (vedi per esempio l’articolo di Ernesto Giacomino al lato) o che abbiamo segnalato in questi sette anni: basta dare un’occhiata al nostro archivio o alla rubrica Saluti da Battipaglia su www.nerosubianco.eu per farsi un’idea, per avere un campionario di interventi reclamati. Comunque siamo sulla giusta strada: bravi!

Per rendere ancora più efficace e completo il sistema di rilevazione e denuncia delle situazioni di degrado ci sarebbe un’ulteriore funzione da implementare, un’applicazione innovativa che garantirebbe crescita e benessere alla città e di cui i battipagliesi potrebbero servirsi a loro tutela. Si tratta della possibilità di denunciare le situazioni di mancato decoro politico. Mi spiego meglio: immaginate la possibilità per i cittadini di fotografare e segnalare il politico che non si comporta decorosamente, sia nei modi che nelle azioni. Ci state pensando? Sarebbe fantastico, no? Immaginate di poter segnalare il politico che pensa solo ai casi suoi, o quello cafone che insulta i colleghi, o l’assenteista che non va mai in Consiglio comunale, o chi pratica il voto di scambio. Vi è venuta in mente qualche foto? Purtroppo non potete inviarle al Comune, ma solo conservarle nell’album dei ricordi, quello da tirare fuori e sfogliare di tanto in tanto, ogni cinque anni, il giorno delle elezioni.

Francesco Bonito

Facebooktwittermail