Nuovo forum: e il vecchio? di Paolo Vacca


Presto Battipaglia avrà un nuovo forum dei giovani. Ma che fine faranno gli eletti quattro anni fa?

L’esito delle elezioni del Forum dei giovani del 2014 è rimasto congelato per volere dei commissari. Anche se sono in molti a sostenere di non aver compreso la scelta, stando alla versione ufficiale la triade commissariale, all’epoca, portò avanti un’indagine interna e ritenne opportuno revocare il risultato elettorale poiché qualche consigliere comunale e qualche ex politico del territorio avrebbero partecipato in maniera attiva, cercando di influenzare il voto.
Ora il nuovo regolamento. Tra chi ha avanzato la proposta c’è pure l’assessore Michele Gioia: «Speriamo – spiega – non ci siano intoppi che riguardino le vecchie elezioni. Proprio in virtù di ciò che è accaduto, abbiamo ritenuto opportuno modificare il regolamento, per non ridurre il forum a una mera competizione elettorale. È un chiaro invito a tutti i ragazzi a partecipare alla vita politica cittadina».
Soddisfatta la sindaca Cecilia Francese: «L’approvazione del regolamento per l’elezione del Forum dei giovani rappresenta un ottimo risultato non solo per l’amministrazione comunale, ma per tutto il consiglio. Le modifiche apportate all’interno dell’ultima seduta del consiglio comunale rappresentano la giusta sintesi per poter dare ai ragazzi la possibilità di partecipare alla vita politica e civica cittadina. Devo ringraziare la consigliera Rossella Speranza che ha lavorato in questi mesi per la realizzazione del nuovo regolamento». Sul passato, però, la prima cittadina glissa: «Non parlo delle vecchie elezioni. Gli atti saranno formalizzati dagli uffici, e se dovranno essere revocate lo faremo». Oggi siedono in consiglio comunale, ma nel 2014 quelle elezioni le vissero da protagonisti. Alessio Cairone parla così: «Il nuovo regolamento è stata un’emozione unica. Ci siamo uniti tutti: maggioranza e opposizione. Sono certo che il Forum sarà lo strumento che unirà giovani e amministrazione». E poi l’amarcord: «Nel 2014 ricordo un’ampia partecipazione. Votarono oltre 1.800 giovani: un risultato clamoroso. Arrivai secondo, ma, al di là del risultato, ci fu una nota dolente che era proprio la mancata proclamazione senza capire bene il motivo».
Chi invece quelle elezioni le vinse è Giuseppe Salvatore, che non torna sull’argomento ma guarda avanti: «Non si è mai saputo il motivo della mancata proclamazione dello scorso Forum dei giovani. Adesso, in consiglio comunale, abbiamo approvato il nuovo regolamento per indire le elezioni. Insieme a tutti i colleghi lavoreremo affinché Battipaglia torni ad avere un forum».

PARLA IL PRESIDENTE REGIONALE  La notizia di un nuovo Forum a Battipaglia è arrivata anche ai vertici regionali giovanili. Il presidente del forum regionale, Giuseppe Caruso, ha accolto positivamente l’annuncio: «In un momento storico particolare è doveroso dare delle risposte di prospettiva ai nostri territori – afferma – ed è fondamentale ripartire dai giovani attraverso la valorizzazione della partecipazione e del ruolo fondamentale di attore nelle scelte delle proprie comunità». Caruso sottolinea l’importanza del forum come palestra per la formazione della futura classe dirigente: «È uno strumento di semplificazione nel rapporto tra i giovani e le istituzioni, ma soprattutto una palestra per la formazione della coscienza civica».

IL NUOVO REGOLAMENTO  A otto anni di distanza dall’ultimo forum, e a quattro dalle elezioni invalidate, Battipaglia ha il suo nuovo regolamento. Durante l’ultima seduta di consiglio comunale, infatti, sono state approvate le modifiche alla vecchia normativa.
La prima importante variazione riguarda i consiglieri: saranno diciotto anziché sedici e rientreranno in una fascia d’età più ampia rispetto alla precedente. Mentre prima potevano concorrere i giovani di età compresa tra 15 e 29, ora l’asticella si sposta a 16-34. Il Forum si doterà di una nuova figura: il responsabile per il funzionamento. Diminuiscono inoltre i tempi per il parere sui bilanci preventivi del Comune (da 20 a 10 giorni). Ogni anno sarà convocata un’assemblea pubblica per presentare il programma da trasmettere alla giunta comunale. Sarà compito del coordinatore costituire tre gruppi di lavoro per aree tematiche, in base alle attitudini e alle competenze dei componenti: politiche sociali e immigrazione; lavoro e disoccupazione giovanile; istruzione, cultura, sport e associazionismo.
E ancora, il sindaco potrà sciogliere anticipatamente il Forum per motivi gravi. Per quanto riguarda la durata del mandato, il Forum continua a camminare di pari passo con l’amministrazione comunale. Se il consiglio decadesse, il Forum si scioglierebbe anticipatamente.

ELETTI INVANO  Era il 24 novembre 2014. E Battipaglia avrebbe dovuto avere il suo Forum dei giovani. Risultarono eletti, all’epoca, in una lista unica composta da 59 candidati, sedici persone: il più votato fu Giuseppe Salvatore con 480 voti, seguito da Alessio Cairone (355) e da Arianna Truono, che ottenne 117 preferenze. I primi due, oggi, siedono in consiglio comunale. Circa il 20 per cento d’affluenza (1840 votanti su 9182 aventi diritto). Risultarono eletti come consiglieri pure Giovanni Valletta (98), Giulio Pierri (96), Alessio Cataldo (69), Luigi Villecco (69), Carmine Talamo (59), Federica Iannone (53), Lorenzo Porcelli (46), Giancarlo Izzo (42), Savio Scarpa (42), Federica Pierri (39), Giovanni Ricciardi (37), Dario Gioia (37) e Gianluca Martoriello (28). Prima dei non eletti fu Gaetana Maria Vicinanza con 25 voti. Quell’assemblea, però, non si è mai costituita: le elezioni furono annullate dai commissari.

7 aprile 2018 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail