Non è mai troppo tardi

Bibliotea02Buone notizie per Battipaglia. L’apertura al pubblico della Biblioteca comunale nell’ex scuola De Amicis e l’istituzione del liceo classico (lo scrivo in modo impreciso per ragioni di sintesi) sono due bellissime notizie per il futuro dei battipagliesi. Finalmente si colma una lacuna che ha penalizzato per anni la nostra cittadina: col liceo classico l’offerta formativa è quasi completa e la biblioteca – se rilanciata e ricostruita – può rappresentare il luogo dal quale far ripartire la rinascita culturale dopo un ventennio da dimenticare. Battipaglia può sprovincializzarsi, può recuperare il terreno perduto rispetto a cittadine demograficamente simili ma culturalmente più fertili e avanzate. A patto, però, che dopo questo primo timido passo se ne facciano rapidamente altri: l’istituendo indirizzo classico presso il liceo Medi va sostenuto, la biblioteca comunale va ampliata e riorganizzata. In quest’ottica è commovente l’impegno delle associazioni cittadine (Rinascita, Inner Wheel, Rotary, Historia Nostra) che, insieme a sponsor e privati cittadini, col placet del Comune, hanno allestito una sala lettura, arredato due aule e hanno organizzato una settimana di eventi culturali all’interno dell’ex scuola elementare. Ma non basta. Ora il Comune deve fare fino in fondo la sua parte: catalogare i non tanti libri disponibili, decuplicare il numero di volumi, fare in modo che la biblioteca sia aperta tutti i giorni con orari adeguati, incentivare le donazioni di privati e sponsor. Solo così, nel corso di qualche anno, potrà diventare una decorosa Biblioteca comunale, un prezioso spazio dedicato allo studio, alla lettura e agli eventi culturali.
Qualche anno fa, se non ricordo male, con orgoglio e soddisfazione l’amministrazione comunale ha speso centinaia di migliaia di euro per rifare in erba sintetica il terreno di gioco dello stadio Pastena. L’augurio è che il prossimo sindaco possa con altrettanto orgoglio e soddisfazione spendere un decimo di quella colossale cifra per acquistare libri e attrezzature per la biblioteca.
“La Biblioteca è anche tua” c’è scritto in calligrafia nella De Amicis all’ingresso della biblioteca: speriamo che i battipagliesi e i futuri amministratori non lo dimentichino. Nella cultura come nello sport, Battipaglia non merita un’altra retrocessione.

26 febbraio 2016 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittermail