Natale, fatti e polemiche di Paolo Vacca

Manca ancora un po’ alle festività natalizie, ma ormai l’inverno è alle porte, e con esso anche il Natale. L’amministrazione comunale, con l’evento Natale 2017 – Passeggiando sotto le stelle, e con il sostegno di associazioni e cittadini, cercherà di coinvolgere anche le zone periferiche di Battipaglia: il fulcro della manifestazione si svolgerà nell’area tra le vecchie Comprese e il corso principale; una tra piazza della Repubblica o piazza Amendola sarà destinata ai bambini, poi un presepe vivente davanti al Santuario e il paesaggio di Babbo Natale nell’ex scuola De Amicis.
Lo scorso settembre, gli assessori Francesca Napoli e Michele Gioia hanno incontrato i commercianti discutendo sul da farsi. Le casse dell’Ente sono in rosso da anni oramai, ciononostante si è arrivati alla decisione di attuare un mercatino natalizio e un evento unico attrattivo con l’auspicio che negli anni possa diventare una manifestazione di riferimento per la città.
L’associazione Rinascita, però, prende le distanze. Nel mirino della presidente Lucia Ferraioli c’è il budget previsto per gli eventi natalizi: «I soldi destinati al Natale sono irrisori rispetto alla necessità di dotare la comunità cittadina di un decoroso cartellone di eventi natalizi. Impieghino la somma per le luminarie, evitando di spendere soldi per eventi realizzati spesso a scopo di lucro e per favorire qualche privato». Poi la stoccata finale: «Dov’è il programma? Non lo conosco. Non sono stata contattata per nessun incontro. È chiaro che l’immagine di una città è una scelta politica, così come il Natale».
Non entra nella polemica l’assessore Michele Gioia: «L’anno scorso non lo abbiamo fatto e non andava bene, quest’anno facciamo qualcosa e manco va bene. Allora preferisco non entrare in polemiche aprioristiche. Noi abbiamo trovato una soluzione per quello che potevamo fare, vista la situazione delle casse dell’Ente. Per le luci spenderemo 30mila euro, ed è il massimo, e 10mila euro, che arriveranno dal capitolo degli eventi, li destineremo alla Siae e agli artisti di strada. Poi ci aspettiamo delle sponsorizzazioni: con quel contributo vorremmo fare un evento che caratterizzi il Natale».
L’associazione di artigiani Con le mani, presieduta da Federica Iannone, sembrerebbe disponibile a collaborare: «Sicuramente risponderemo all’avviso per la manifestazione d’interesse che il Comune emanerà. Siamo fiduciosi e crediamo che sia importantissimo portare avanti questo tipo di eventi; abbiamo notato molti miglioramenti dal punto di vista organizzativo, con il superamento delle gravi lacune venue fuori nella scorsa edizione di Serre d’Inverno, il che ci fa ben sperare per questo Natale. Siamo lieti che alcune delle nostre osservazioni siano state accolte in maniera propositiva».
Intanto, l’amministrazione è pronta ad accogliere tutte le proposte per arricchire il Natale 2017. Le istanze dovranno essere trasmesse entro il 6 novembre. Gli eventi, invece, si terranno dal 26 novembre al 6 gennaio 2017. Ci saranno delle aree tematiche: dalla musica alla danza, fino alla gastronomia e ai mercatini, ma i costi di gestione saranno a carico dei proponenti.

4 novembre 2017 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail