MAAN di Napoli

Proseguiamo il nostro tour virtuale alla scoperta dei posti più belli da visitare a Napoli, parlandovi del MANN, ovvero lo straordinario Museo Archeologico Nazionale di Napoli: uno dei più antichi e importanti musei al mondo per ricchezza e unicità del patimonio in esso custodito.
La sua nascita e l’origine delle collezioni in esso presenti si devono al re Carlo di Borbone e, in seguito, a suo figlio Ferdinando IV che riunì nell’attuale edificio che ospita il museo, sorto nel 1500, come caserma di cavalleria, la collezione Farnese e i reperti vesuviani, esposti precedentemente nella reggia di Portici.
Il Museo di Napoli è facilmente raggiungibile in automobile, ma se detestate il traffico vi consigliamo di raggiungere la vostra meta in treno, godendovi dal finestrino lo strepitoso panorama con vista sul Vesuvio. Una volta arrivati in stazione, vi basterà prendere la linea 1 della metropolitana, e scendere alla fermata Museo, per trovarvi di fronte a questo monumentale palazzo.
Il Museo custodisce al suo interno così tanti tesori di inestimabile valore che vi consigliamo di andare di buon mattino, e trascorrere lì l’interna giornata.
Tra le sezioni principali conservate al Museo ricordiamo la collezione Farnese, esposta al piano terra, che comprende busti, gemme e sculture, provenienti da Roma e zone limitrofe, come, ad esempio, l’Ercole a riposo, un’imponente statua in marmo, rinvenuta nelle Terme di Caracalla. 
Poi c’è la straordinaria collezione egizia, al terzo posto per importanza, subito dopo la collezione del Museo del Cairo e quella del Museo di Torino. Infine, rimarrete sbalorditi dinnanzi alla bellezza delle collezioni pompeiane, costituite dai reperti provenienti dall’area vesuviana, come le preziose argenterie rinvenute nella Casa del Menandro a Pompei; gli affreschi; gli straordinari mosaici, come quello monumentale di Alessandro Magno, in opus vermiculatum (tecnica di mosaico a tessere piccolissime), proveniente dalla casa del Fauno a Pompei, e tanto altro ancora.
É davvero impossibile raccontarvi in poche righe la straordinaria bellezza dei tesori antichi custoditi nel MANN di Napoli. C’è così tanto da vedere che resterete a bocca aperta.
Ma se ancora non vi avessimo convinti, sappiate che fino al 30 giugno il museo ospita, tra le altre, una fantastica mostra dedicata al grandissimo artista italiano Antonio Canova. La mostra rappresenta un’occasione unica per ammirare la variegata produzione artistica canoviana (che, oltre a famose sculture in marmo, comprende anche disegni, bozzetti, tempere) e per vedere riuniti iniseme, nello spettacolare Salone Meridiana, capolavori provenienti da ogni parte del mondo, come ad esempio, il celeberrimo gruppo delle Grazie (nella foto), la Danzatrice con le mani sui fianchi, l’Ebe, Amore e Psiche stanti, tutti custoditi all’Ermitage di San Pietroburgo.

Eliana Ferraioli

14 giugno 2019 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittergoogle_plusmail