Il “cartellone” del Giuffrè di Benedetta Gambale

Ufficializzata la stagione teatrale del Teatro Sociale Aldo Giuffrè di Battipaglia, una realtà che grazie all’impegno e alla dedizione di persone come Vito Cesaro, sta crescendo ogni anno di più. Si è ormai giunti al terzo anno di vita per questa magnifica struttura che, mattone dopo mattone, sta acquisendo sempre più notorietà. Tutto ciò è stato possibile anche grazie ai tantissimi nomi di rilievo che hanno calcato il palcoscenico battipagliese: attori, trasformisti, ballerini e cantanti. Anche quest’anno si alterneranno artisti di un certo calibro, pronti a risvegliare l’amore per il teatro.
La stagione 2018/19 si aprirà venerdì 9 novembre con Vanessa Gravina in Didonis Fabula, uno degli spettacoli che sarà messo in scena anche di mattina per consentire a professori e studenti di vivere una giornata un po’ diversa, spostando l’insegnamento dai banchi di scuola alle poltrone del teatro. Lo stesso accadrà per lo spettacolo di impegno civile You decide, di Ferdinando Maddaloni, sull’11 settembre 2001. Verrà messo in scena un dualismo, presentate due ipotesi, di fronte alle quali il pubblico dovrà decidere: si è trattato di un vero e proprio attentato terroristico o di un complotto interno? Seguiranno poi Maurizio Casagrande, Gianni Ferreri, Cloris Brosca, Nello Mascia, Giorgio Pasotti, Milena Miconi e Paolo Nani, ospite di caratura internazionale, uno dei mimi più importanti al mondo che porterà in scena un suo cavallo di battaglia, La lettera. Vito Cesaro esprime così il suo orgoglio: «Sono onoratissimo di averlo qui, felice di essere riuscito ad ospitarlo. È un’artista internazionale, basti pensare che qui in Italia farà solo due tappe: a Milano, al Teatro dei Filodrammatici, e proprio qui a Battipaglia, al Teatro Sociale Giuffrè».
Lo spettacolo di chiusura, invece, sarà il Il povero Pluto di Aristofane; una commedia classica riadattata da Michele Mirabella, Maurizio Micheli e lo stesso Vito Cesaro.
Accanto al ricco cartellone teatrale, dalla prima settimana di ottobre avrà inizio anche il Laboratorio teatrale, di canto e movimento coreografico diretto da Vito Cesaro, fondamentale per una formazione completa. Il 29 settembre, dalle 18 alle 20, avrà luogo il terzo open day, un momento per incontrare i docenti, fare domande, visitare il teatro e per assistere, alle 21.00, allo spettacolo teatrale Scherzi di Checov, messo in scena dai ragazzi che hanno frequentato il laboratorio lo scorso anno.
Tra le tante novità, per inaugurare al meglio la nuova stagione teatrale, partiranno anche la ristrutturazione esterna e il completamento dell’alzata per le sedute laterali, per rendere ancora più confortevole la visione degli spettacoli. Conclude Cesaro: «Dal primo anno ad oggi c’è stato un grande progresso, il numero di abbonati è notevolmente cresciuto, basta pensare ai tanti sold out raggiunti. Ciò significa che a Battipaglia ci sono tante persone che amano il teatro, in particolar modo il teatro colto. Questo spiega la nostra decisione di inserire spettacoli di alta qualità».

Nella foto: Vito Cesaro

28 settembre 2018 – © riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail