Il Bertoni c’è (di Valentina Parrella)

BertoniIl cinema teatro Bertoni è ormai l’unico spazio che ospita le rappresentazioni teatrali e musicali della città. Nato intorno alla metà degli anni ’60 su iniziativa dei padri stimmatini come centro di aggregazione per i giovani, è stato portato avanti con il sostegno – non economico ma sicuramente concreto e attivo – dei ragazzi dell’azione cattolica fino agli anni ’90, periodo in cui è stato dato in gestione ai fratelli Barlotti che lo hanno amministrato fino al 2012.
Attualmente lo cura, con non poco impegno, Bruno Arciulu che ha accettato la proposta postagli dalla comunità stimmatina di guidarlo nel rispetto dei principi fondamentali della cristianità e come luogo di divulgazione culturale e di promozione delle iniziative locali.
«Come cinema non è più attivo da un paio d’anni – ricorda Arciulu – ma si cerca di tenerlo in vita con le rappresentazioni teatrali, musicali, e rassegne canore: un teatro piccolo come il Bertoni non può sostenersi con le sole realtà del territorio per questo accettiamo spettacoli di compagnie anche di zone limitrofe, così da favorire anche lo scambio culturale».
Il cinema teatro Bertoni ha 170 posti e per una città come la Battipaglia è uno spazio sicuramente insufficiente, ma è l’unico e perciò è nostro dovere supportarlo e viverlo.
Per questo ci fa piacere informare i nostri lettori sui prossimi appuntamenti in programma: il 21 e 22 marzo “E a mme me danno ‘a pensione!” commedia messa in scena dalla compagnia Fuori dalle Quinte diretta da Silvio Tegolo; il 28 marzo sarà la volta della compagnia Teatro dei Dioscuri diretta da Antonio Caponigro; il 12 aprile “Concerto di musica napoletana in omaggio a Roberto Murolo” a cura del maestro Mino Remoli con la partecipazione della maestra Margherita Amato e della scuola di danza Arte In Danza di Annamaria Tesauro.

Valentina Parrella

13 marzo 2015 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittermail