Europee: tre i battipagliesi in lizza

Il 26 maggio saremo chiamati alle urne per votare i rappresentanti al Parlamento Europeo: come si vota e chi sono i tre candidati battipagliesi 

Come si vota: i cittadini maggiorenni potranno votare dalle ore 7 alle ore 23. L’Italia è stata divisa in cinque circoscrizioni: la nostra è quella meridionale, che include Campania, Calabra, Puglia, Basilicata, Abruzzo e Molise. Ogni votante dovrà barrare con una croce il partito scelto e potrà indicare fino a tre preferenze da scrivere a mano. Nel caso di più preferenze espresse, queste dovranno riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. 
Sono tre i candidati battipagliesi al Parlamento Europeo: Ugo Tozzi candidato da Fratelli d’Italia, Enrico Farina dal Movimento Cinque Stelle, Raffaello Adesso nella lista Più Europa. Proviamo a conoscerli meglio.

Il battipagliese Raffaello Adesso,candidato per +Europa, da sempre moderato, ha le idee chiare per quanto riguarda il ruolo del parlamentare europeo:
«Il voto europeo è il più importante anche se è da sempre quello meno sentito da parte della popolazione – sottolinea l’imprenditore – La gente ha infatti la percezione che gran parte dei problemi siano colpa dell’Unione Europea. Personalmente voglio smentire questa convinzione. Non è più pensabile tornare indietro sul concetto fondamentale di Stati uniti d’Europa. Io penso che l’Unione debba essere unita e lontana dai sovranismi nazionali, meno Europa porterebbe solo a un aumento della disoccupazione. Noi di +Europa – ci tiene a precisare l’eurocandidato – porteremo però avanti la battaglia per l’abolizione del diritto di veto: l’Unione non può disporre di così ampi poteri». Raffaello Adesso ha parlato anche del suo ruolo di parlamentare, in caso di elezione: «Non sono un politico che promette a vuoto. Da parlamentare, cercherò di intercettare tutte quelle misure che possano aiutare il nostro territorio. Solo così potrò dare un contributo reale al Sud Italia. Il mio compito sarà quello di aiutare la popolazione del Sud ad esprimere al massimo le proprie possibilità».

Un’attenzione verso il Mezzogiorno evidenziata anche dal candidato del Movimento 5 Stelle, Enrico Farina. Alla sua prima esperienza politica, lo psicologo ha ricordato l’importanza di dover ripartire dalle eccellenze del nostro territorio: «Uno dei capisaldi del nostro programma è proprio la tutela delle nostre eccellenze agroalimentari – ha detto Farina – Ho scelto di candidarmi al Parlamento Europeo perché ho avvertito la necessità di dare il mio contributo. Noi del Movimento diamo grande importanza allo sviluppo delle startup e delle PMI, due capisaldi da cui ripartire per riavviare l’economia italiana». Un passaggio importante anche sul peso specifico dell’Unione nelle scelte nazionali: «La preminenza del diritto dell’Unione è sancita dall’articolo 10 della Convenzione Europea. Questo principio condiziona la nostra vita quotidiana attraverso le scelte che avvengono nelle stanze Europee. A riguardo ritengo necessario che vi siano uomini e donne del nostro territorio a difendere gli interessi della nostra terra e della nostra comunità. Battipaglia, come altre città del Mezzogiorno, è ricca di potenzialità inespresse, da valorizzare soprattutto attraverso i fondi europei che spesso vengono persi a discapito della crescita del territorio».

Il terzo (solo in ordine alfabetico) candidato espresso dalla nostra comunità è Ugo Tozzi, candidato nella lista di Fratelli d’Italia. Raggiunto telefonicamente, l’ex vicesindaco ha così sintetizzato la sua proposta politica: «I nostri sono i temi cari a Fratelli d’Italia e per i quali ci batteremo dentro e fuori dal nostro Paese: la tutela della famiglia, la tutela del nostro territorio, la difesa dei nostri confini, la difesa del diritto alla casa e della nostra proprietà privata, il sostegno alle donne madri e lavoratrici, l’idea insomma che l’Europa sia una unica Nazione e che come tale deve avere regole uguali, condivise e applicate da tutti». Il candidato del partito fondato da Giorgia Meloni spiega poi i motivi che lo hanno spinto a concorrere per il Parlamento Europeo: «Mi sono candidato per portare le istanze di un Sud troppo spesso dimenticato all’attenzione della Comunità Europea. Il mio è un invito a tutta la comunità locale, affinché si unisca compatta e punti su una figura che possa rappresentarla adeguatamente anche lontano da Battipaglia, in quei contesti dove contano la serietà e le competenze».

Ugo Tozzi, laureato in medicina (specialistica in anestesia e rianimazione) è dirigente medico dell’U.O.C. anestesia e rianimazione del Presidio Ospedaliero di Battipaglia. In politica dal 2002, anno della sua prima elezione in consiglio comunale, presidente della IV commissione consiliare e delegato alla sanità, è stato poi presidente del consiglio comunale e vicesindaco di Battipaglia nell’ultima consiliatura. Attualmente è il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia.

Enrico Farina, dottore magistrale in psicologia e laureato in giurisprudenza, è alla sua prima esperienza politica. Funzionario del Ministero della Giustizia, è membro di commissioni ispettive del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. Inoltre, è consigliere onorario della Corte d’Appello di Salerno, sezione Minori.

Raffaello Adesso è un imprenditore operante nel settore della distribuzione dell’elettronica di consumo. Ha scelto di tornare in politica dopo un periodo di pausa, schierandosi con +Europa.

Antonio Abate

18 maggio 2019 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittergoogle_plusmail