E il Forum dei giovani? (di Lucia Persico)

ForumSono ormai trascorsi quattro mesi dalle elezione del Forum dei giovani di Battipaglia, ma da allora nessuna proclamazione c’è mai stata. Quella che doveva essere la prima espressione di democrazia dei cittadini battipagliesi dopo lo scioglimento del consiglio comunale, si è rivelata essere un empasse dal quale pare sia diventato molto complicato uscire. Circa duemila giovani si sono recati alle urne il 22 e il 23 novembre 2014 per eleggere i loro rappresentanti presso l’Amministrazione. Un grande risultato se si pensa che alla precedente elezione i votanti furono circa mille.
La questione Forum sembra sempre quanto mai irta di ostacoli. Se nella passata amministrazione questo venne sciolto per le dimissioni di tutti i giovani consiglieri, quest’anno i risultati delle elezioni non sono stati ratificati. Il motivo? A detta di molti pare ci sia stato un vizio di forma circa la procedura di accompagnamento al voto dei minori sprovvisti di documento. Ovviamente però, a mesi dalla votazione, il malcontento comincia a serpeggiare tra eletti e votanti.

Giuseppe Salvatore, già coordinatore provinciale dei giovani di Forza Italia, primo eletto con 480 voti, visibilmente risentito per la questione, dichiara di aver avuto un grosso danno di immagine: «Questo ritardo nella proclamazione ha fatto nascere sospetti su possibili brogli ed essendo io il primo eletto, sono il maggiore bersaglio di queste critiche. La motivazione attuale di un vizio circa la possibilità o meno di accompagnamento degli sprovvisti di documento da un qualsiasi maggiorenne mi pare inconsistente essendo il regolamento stato scritto dalla Commissione e gli scrutatori che hanno consentito questo tipo di riconoscimento sono sempre da loro stati scelti».
Ad attendere la proclamazione anche Alessio Cairone, secondo eletto con 355 voti, il quale ha rassegnato le dimissioni da segretario del gruppo giovanile del Partito Democratico e rifiutato quello di coordinatore provinciale per dare preminenza al Forum al quale era stato eletto: «Tutta questa situazione – ha dichiarato Cairone – ha creato un ulteriore allontanamento dalla politica dei giovani battipagliesi, se non di tutti, sicuramente dei duemila che hanno visto gettato il proprio voto. Quello che chiedo alla Commissione è un incontro con tutti i consiglieri così da spiegare a chiare lettere cosa è successo e come si risolverà la questione».

Altro problema è quello della durata del Forum, che seppure venisse proclamato potrebbe durare solo fin quando restano in carica i commissari, mentre nel precedente regolamento aveva vita triennale.
Dall’amministrazione la versione resta sempre la stessa: «Stiamo facendo delle verifiche su coloro i quali hanno accompagnato i minori – ha dichiarato il commissario straordinario Picone –  Quando saranno completate queste verifiche, decideremo cosa fare». Mentre per quanto riguarda il rischio di annullamento delle elezioni e la possibilità di dover rifare tutto ha affermato: «Se questi controlli dovessero far emergere irregolarità, allora le elezioni saranno annullate e dopo si valuterà se ripeterle». Picone ha anche sottolineato che i ragazzi sono tutte persone per bene e che hanno voglia di fare, quindi i sospetti su di loro ad oggi sono del tutto infondati.

13 marzo 2015 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittermail