Due parole di Francesco Bonito


Novità importanti in città. Sale la protesta contro i rifiuti di ieri, di oggi e di domani: dopo un primo rinvio, è quasi tutto pronto per lo sciopero generale. Come se non bastasse, sette consiglieri comunali di maggioranza, suggestivamente chiamati i pattisti, aprono una mini crisi, firmando un documento che chiede alla sindaca un “cambio di passo”. Delle due vicende si occupano nelle pagine che seguono, con il consueto scrupolo, Carmine Landi e Paolo Vacca. Questo mi consente di scrivere d’altro.
Ho sempre ritenuto che Battipaglia non si salverà grazie a un uomo (o donna) della Provvidenza, né grazie all’azione politica dei nostri consiglieri comunali di oggi o di domani; l’unica speranza (concetto caro ai battipagliesi) di cavarsela risiede nel fatto che tutti insieme, ognuno in ragione delle proprie capacità e risorse, si provi a invertire la rotta, per una rinascita civica e morale della comunità. Solo se la maggioranza dei battipagliesi darà il meglio di sé in ciascun ambito, cominciando a essere buoni cittadini, trovando – come poche ma significative volte in passato – compattezza e determinazione, Battipaglia ha una possibilità di evitare il baratro nel quale sta precipitando.
Per questo motivo, a noi di Nero su Bianco è sembrato doveroso dare un piccolo segnale in questa direzione, lanciando una modesta iniziativa che vuole essere uno stimolo a “fare rete”, per usare un’espressione molto in voga di questi tempi. Un gesto semplice, ma dal significato profondo, dall’impatto potente, veicolato da un piccolo adesivo con la scritta SCEGLIAMO BATTIPAGLIA, con i colori della nostra città.
Abbiamo sintetizzato in due parole un messaggio importante, che speriamo diventi un motto, una testimonianza d’affetto, una scelta di campo. Un accorato invito a scegliere Battipaglia per gli acquisti, per le serate con gli amici, per le occasioni conviviali: a partire da questo Natale. L’ideale continuazione di quello “Spendiamo in città!” comparso per la prima volta sulla nostra copertina nel dicembre 2011.
Lo regaleremo a tutti gli esercenti battipagliesi, invitandoli ad attaccarlo in vetrina, in bell’evidenza. E non solo: lo doneremo anche ai semplici cittadini, ai professionisti, a chiunque lo voglia esporre con orgoglio. È un regalo modesto, ma dal grandissimo valore simbolico. Noi di Nero su Bianco siamo felici di condividerlo e speriamo di vederlo su tantissime vetrine, sulle automobili, sulle bici, su qualche zainetto; ovunque i battipagliesi vorranno.
Sarà un modo per riconoscersi, per esprimere con due sole parole qual è la scelta di chi lo espone. Sarà, soprattutto, un’esortazione per gli altri a fare lo stesso.

4 novembre 2017 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail