Diamoci una scossa! di Francesca Alfinito

Negli ultimi anni l’Italia è stata teatro di terremoti devastanti che, oltre a mietere numerose vittime, hanno causato gravi danni al patrimonio artistico e soprattutto alle abitazioni di migliaia di cittadini.
Quando simili tragedie colpiscono il nostro paese trascinano con sé accese guerre mediatiche che, unite al malcontento generale, finiscono per dar voce a persone poco competenti in materia, diffondendo inutile panico e seminando una disinformazione generale. Al contrario è di vitale importanza un approccio consapevole al rischio correlato agli eventi sismici, cercando di adottare preventivamente tutte le misure necessarie a limitarne i danni. È questo l’obiettivo dei tecnici appartenenti all’Ordine degli Ingegneri di Salerno che, in collaborazione con la Protezione Civile di Battipaglia, hanno tenuto una prima presentazione della loro iniziativa lo scorso 20 settembre.
L’evento, rivolto soprattutto ai tecnici e agli amministratori condominiali, ha dato il via ad un vero e proprio percorso che si snoda in due tappe tra loro complementari: la prima Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica, il prossimo 30 settembre, e l’evento Diamoci una Scossa che occuperà l’intero mese di novembre.
Il primo momento avrà luogo nella principali città italiane, e i cittadini potranno ottenere delucidazioni dai professionisti a loro disposizione. Nel caso della città di Battipaglia, il punto informativo sarà allestito in piazza Aldo Moro dove verranno date le prime indicazioni relative ai progetti da realizzare. Questa iniziativa servirà anche a sondare l’interesse pubblico nei confronti di temi così spiacevolmente attuali e la volontà di cooperare sinergicamente in modo da garantire una maggiore sicurezza. Il programma Diamoci una Scossa prevede che il cittadino potrà richiedere ai tecnici abilitati un sopralluogo gratuito del proprio immobile, il cui esito sarà un giudizio sommario relativo allo stato attuale del fabbricato. Durante il sopralluogo verrà compilato un questionario in cui saranno dettagliate le caratteristiche salienti dell’edificio e l’esito finale si tradurrà in un riscontro simbolicamente rappresentato dai colori di un semaforo. La conoscenza e l’informazione possono garantirci un futuro più sicuro e i presupposti per mitigare gli effetti di simili eventi imprevedibili. La campagna di sensibilizzazione mira a sancire l’efficacia della prevenzione rispetto alla ricostruzione, sia dal punto di vista economico sia per la salvaguardia di vite umane, che ha valore inestimabile.

28 settembre 2018 – © riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail