Buio pesto in casa PB63 di Valerio Bonito


Ancora un doppio stop per la PB63 Treofan nello scorso week end. Dopo 20 incontri disputati, tra la A1 femminile e la B maschile, solo 2 volte la vittoria ha arriso alle formazioni battipagliesi e questo la dice lunga sulla difficilissima stagione del basket locale. Le giocatrici di coach Lamberti, che pure erano lanciate grazie alla bella partita contro la quotata Reyer Venezia, che aveva portato i primi due punti in classifica, sono incappate in una gara imbarazzante in Sicilia, sconfitte 100 a 49 dalla Passalacqua Ragusa, protagoniste dunque di una resa incondizionata. L’indisponibilità di André e la forza dell’avversario non possono essere un alibi per una prestazione veramente brutta.
Tutt’altro match, invece, quello disputato allo Zauli tra i ragazzi di coach Porfidia e i pari classifica del Playa Hotel Patti, importante per lasciare l’ultimo posto al team perdente. Alta dunque la posta in palio e, come succede spesso in queste occasioni, gara molto equilibrata e ricca di tensioni a scapito del bel gioco. Gli ospiti partono meglio, con uno 0 a 7 nei primi minuti, ma dopo il time out di Porfidia la PB63 ricuce lo strappo ed effettua il primo sorpasso sul 12 a 11. Le due formazioni continuano a inseguirsi superandosi alternativamente e così primo e secondo periodo di gioco finiscono rispettivamente 16 a 20 e 32 a 30. Patti si affida molto in attacco ai suoi esterni, mentre in difesa si preoccupa soprattutto di contenere il pivot biancoarancio, Visentin, raddoppiandolo appena gli arriva la palla vicino al canestro. Nonostante il trattamento riservatogli dai siciliani, Visentin riesce comunque a essere incisivo in fase offensiva grazie a numerosi tap in realizzati, ben coadiuvato da Anumba e Cuccarese: i tre chiuderanno rispettivamente con 14, 16 e 13 punti all’attivo. Nella ripresa Battipaglia prende un po’ alla volta il vantaggio, chiudendo il terzo periodo 51 a 43 e incrementando fino al 54 a 43 del 32esimo. Gli ospiti, tuttavia, mostrano carattere e anche grazie a due bombe consecutive di Legnini riducono lo strappo a 54 a 51. Negli ultimi sei minuti del regolamentare non si segna molto e sul 59 pari a pochi secondi dalla fine Battipaglia ha la rimessa in attacco per vincere. Purtroppo l’ultimo tiro del capitano Norcino finisce sul ferro e si va all’over time. Ancora una volta gli ospiti partono meglio, 59 a 63, ma Filippi dà la carica ai suoi e prima con un gioco da tre punti, canestro da sotto più libero,e poi con una palla recuperata che propizia due liberi in favore di Santoro, realizzati entrambi, i biancoarancio ristabiliscono la parità sul 64. Ultimi 30 secondi con la PB63 che gira bene la palla: Visentin riesce a entrare in area e sulla chiusura scarica in angolo ad Anumba per un tiro difficile che non è fortunato e viene sputato dal ferro, consentendo un’ ultima azione offensiva agli ospiti, bravi e freddi a centrare una tripla allo scadere per il 64 a 67 finale. Ora c’è da augurarsi che la PB63 Treofan riesca a risalire la china.

7 dicembre 2017 – © Riproduzione riservata
Facebooktwittergoogle_plusmail