A scuola senza plastica

Per iniziativa di Legambiente e del Rotary club Battipaglia, a tutti gli studenti dell’istituto comprensivo Alfonso Gatto sono state distribuite delle borracce per l’acqua potabile: di alluminio, di colore blu e munite di tappo ermetico.
Ma non è finita qui! Nella scuola sono state installate delle colonnine che, attraverso appositi rubinetti, distribuiscono acqua depurata e… fresca!
È stato un evento positivo per noi ragazzi: avere tutti la stessa borraccia ci fa sentire un po’ più uguali e ci dà un senso di appartenenza.
Ma la distribuzione delle borracce ha avuto un significato ben più importante: ci ha permesso di limitare l’uso della plastica e di contribuire così, nel nostro piccolo, alla risoluzione del problema ambientale che tanto interessa la nostra città.
Infatti, da un’informazione scritta sulla stessa borraccia, noi sappiamo che ogni volta che la riempiamo evitiamo l’immissione di 0,08 kg di CO2 necessari per la produzione di una bottiglietta di plastica. Riteniamo che questa iniziativa sia molto utile e ci auguriamo che la stessa venga adottata in altri luoghi di lavoro e non solo nelle scuole.
Però, come sempre, i pro si alternano ai contro: talvolta c’è la fila alla fontanella perché qualcuno di noi va spesso a riempire la borraccia. Dovremmo far capire che non è un gioco e che bisogna sempre avere cura delle cose di cui ci serviamo perché ciò che appartiene a noi appartiene a tutti. Fortunatamente la dirigente scolastica e i nostri docenti hanno provveduto a regolamentare le uscite e quindi l’afflusso ai distributori dell’acqua.
Non ci resta che ringraziare i promotori di questa bella, utile e proficua iniziativa: Legambiente, il Rotary club di Battipaglia e la nostra dirigente scolastica.

Gli alunni della classe III E,
Istituto Comprensivo Alfonso Gatto

Nella foto: la sindaca Francese e il presidente del Rotary Club Truono consegnano le borracce

7 febbraio 2020 – © Riproduzione riservata

Facebooktwittergoogle_plusmail